venerdì 26 febbraio 2010

Rape e Patate

Scroll down for English version
Questa ricetta appartiene alla tradizione locale. E' una di quelle che definisco di famiglia, che si tramandano di generazione in generazione. La mia nonna paterna ha insegnato a mia madre questo piatto insieme ad altri, tipici del mio paese che ovviamente, ho imparato a fare anch'io. Rape e patate, piatto semplice ma molto buono è uno dei miei preferiti, ideale nella stagione fredda, accompagnato dal pane, anche tostato e un buon bicchiere di vino rosso.

Rape e Patate-Broccoli Rabe (Rapini) and Potatoes

La cucina Irpina è saporita legata ai prodotti del territorio. E' anche per questo motivo che piatti come questo, vengono realizzati solo in alcune zone della provincia e viceversa. Più in là ci sarà l'occasione per presentare altre ricette tipiche.

Mia nonna cuoceva le patate insieme alle rape (le foglie) e andava ad occhio. Pertanto non pesava gli ingredienti e metteva più rape che patate. La versione che vi propongo è, ad occhio...patatosa. Fidatevi del  del vostro occhio e del vostro gusto. E' possibile cuocere rape e patate separatamente, in ogni caso, laviamole bene. La nonna aggiungeva il condimento alle verdure che poneva in un recipiente caldo ma è possibile anche aggiungere le verdure alla padella quindi mescolare e lasciar insapore per 1-2'. Non lesinate con l'olio d'oliva! Volendo, possiamo schiacciare ulteriormente le verdure per ottenere quasi una crema.

Ingredienti :
Rape (le foglie)
Patate
Alici (1 per persona)
Peperoncino q.b. (facoltativo)
Olio d'oliva
Aglio
Sale q.b.

Procedimento:
Mettiamo le patate in acqua salata, portiamo a bollore, quindi aggiungiamo le rape e cuociamo bene. Togliamo le rape, scoliamole ed eliminiamo l'acqua in eccesso (strizzandole se necessario). Sbucciamo le patate e schiacciamole con lo schiacciapatate. In una terrina mettiamo le rape e tagliamole grossolanamente, uniamo le patate schiacciate, aggiustiamo di sale e mescoliamo bene. In una padella scaldiamo l'olio, rosoliamo l'aglio, aggiungiamo  le alici (e il peperoncino) e lasciamo cuocere finché le alici non saranno dissolte. Trasferiamo il condimento nella terrina con le verdure e mescoliamo bene oppure trasferiamo le verdure nella padella e lasciamo insaporire per 1-2'. Serviamo caldo.

Rape e Patate
Rape e Patate-Broccoli Rabe (Rapini) and Potatoes

Ringrazio Valery ed Elenuccia per avermi donato un premio! Lo giro a chiunque abbia voglia di riceverlo :-)

English Version
Rape e Patate-Broccoli Rabe (Rapini) and Potatoes
This is a traditional dish of my country. My paternal grandmather taught the recipe to my mother and I've learned it from my mother. It's perfect in the cold months accompained by bread and a glass of red wine. There are not exact doses, divide in equal part broccoli rabe (the leaves) and potatoes or add more broccoli rabe than potatoes, use your eyes and your taste!
You can cook vegetables separately, however, wash them well. You can add the sauce to vegetables but, if you prefere, transfer them in the pan, stir and cook for 1-2 minutes. You can mash vegetables again after cooking to obtain a sort of cream.

Ingredients:
Broccoli Rabe (the leaves)
Potatoes
Anchovies (1 for serving)
Olive oil
Garlic
Chili Pepper to taste (optional)
Salt to taste

Method
Put potatoes in a large pan with salted water, bring to boil, add rape and cook. Drain the vegetables. Peel potatoes and use a potato masher to mash them. In a bowl put rape, cut them into pieces, add the mashed potatoes, salt to taste and stir. In a pan heat the olive oil, add the garlic and cook until lightly golden. Add the anchovies (and chili pepper) and fry for a few minutes until dissolve into the sauce. Add the sauce to vegetables, stir well and serve in a warm bowl.
Condividi

mercoledì 24 febbraio 2010

Girelle alle Mele

Scroll down for English version
Morbide, morbidissime che di più non si può! Il segreto? E' nell'impasto! Il formaggio, a scelta tra ricotta o philadelphia, rende queste brioches estremamente soffici, la bontà e l'umidità delle mele cotte fanno il resto. Sono ideali a colazioni o per la merenda, da arricchire, volendo, con le noci tritate per dare un tocco croccante e una carica di  energia. E se questo non vi basta aggiungo anche che sono veloci da fare perché non devono lievitare! Dalla sofficità non si direbbe, eppure queste girelle sono realizzate con il lievito in polvere. Vi ho convinti?

Girelle alle Mele-Apple Rolls

Conosco delle persone che il formaggio nei dolci non lo mangiano ma che hanno mangiato le girelle con voracità. Dopo averle fatte e offerte in tre occasioni diverse, mi sono sentita chiedere Com'è che sono così morbide? La mia espressione mi ha tradita tant'è che mi è stato detto Ecco, c'è qualcosa che non mi piace qui dentro...il formaggio...mmm quanto sono buone però! A quel punto ho dovuto confessare ma sono stata perdonata.

Il gusto del formaggio è nascosto dalle mele per cui non si sente. Per questo motivo consiglio queste brioches alle mamme i cui bambini mangiano mal volentieri certi alimenti. E' possibile completare le girelle cospargendole, prima di infornarle con le noci. Io generalmente ne faccio metà con e metà senza, mi spiace non averle fotografate...sono perdonata, vero?

Ingredienti (per 15 pezzi):
Per la Pasta:
200g di farina
80g di zucchero (di cui 2 cucchiai per il ripieno)
150g di formaggio (ricotta e philadelphia)
5 cucchiai di olio d'oliva
5-8 cucchiai di latte
1 bustina di lievito in polvere

Per il Ripieno:
1 kg di mele
3 cucchiai di succo di limone
3 cucchiai di rum
1 cucchiaio di farina

Per Completare:
1 uovo sbattuto
1 cucchiaio di acqua
1 cucchiai di zucchero
1/2 cucchiaino di cannella
1 cucchaio di noci tritate (facoltativo)

Procedimento:
Prepariamo il Ripieno: Sbucciamo le mele e tagliamole a cubetti. mettiamole in una pentoal con il succo di limone, il rum e 2 cucchiai di zucchero. Mescoliamo e cuociamo finché non saranno tenere (circa 10') mescolando di tanto in tanto. Eliminiamo il liquido in eccesso, lasciamo raffreddare quindi aggiungiamo 1 cucchiaio di farina e mescoliamo.
Prepariamo la Pasta: Mescoliamo la farina con lo zucchero rimasto, il formaggio, l'olio, il latte, il lievito. Formiamo una palla omogenea e soda.
Stendiamo la pasta su una spianatoia infarinata in un quadrato di 35cm di lato. Adagiamo sopra le mele e avvogliamo per formare un rotolo. Tagliamolo in fette spesse circa 2,5cm. Mettiamo le girelle su una teglia coperta di carta forno, spennelliamole con l'uovo e cospargiamo con lo zucchero mescolato alla cannella (e le noci):

Inforniamo a 180-190° per circa 30' o comunque fino a doratura.

Girelle alle Mele
Girelle alle Mele-Apple Rolls


English Version
Apple Rolls
These apple rolls are moist and soft, very soft! The secret is in the dough! In fact there is cheese (ricotta or philadelphia) in the dough that gives softness to the rolls that are ideal for breakfast, especially for children. They are quick to make because are made with the baking powder instead of brewer's yeast. If you prefer, sprinkle the rolls with walnuts.

Ingredients (for 15 pieces):
For the Dough:
1 3/4 cup all purpose flour
3/8 cup sugar (of which 2 tablespoons for the filling)
5,29 oz cheese (ricotta or philadelphia)
5 tablespoons olive oil
5-8 tablespoons milk
1 tablespoon baking powder

For the Filling:
2,2 lb apples
3 tablespoons lemon juice
3 tablespoons rum
1 tablespoon all purpose flour

To Complete:
1 beaten egg
1 tablespoon water
1 tablespoon sugar
1/2 teaspoon cinnamon
1 tablespoon walnuts (optional)

Method
Prepare the Filling: Peel the apples and cut them into small cubes. Put them in a pan with 2 tablespoons of sugar, lemon juice and rum. Stir and cook until tender (10 minutes about) stirring occasionally. Discard the liquid in excess and let cool. Add 1 tablespoon of flour and stir well.
Prepare the Dough: Mix flour with the remaining sugar, cheese, olive oil, milk and baking powder and form an homogeneus and smooth ball.
Roll out the dough onto a floured surface into a 13inch square. Arrange the apples and roll up the dough. When you reach the far edge of the dough, moisten the bare edge with  water to seal. With a knife cut into 1inch thick piece. Place them onto the baking sheet covered with baking paper.Brush with the beaten egg and sprinkle with sugar mixed with cinnamon (and chopped walnuts). bake in the preheated oven at 355-375°F for 30 minutes about or until lightly golden brown.
Condividi

lunedì 22 febbraio 2010

Dolce al Cacao e Tè

Scroll down for English version
E' un po' come mangiare una tazza di tè. Si perché il tè si sente, con tutti suoi aromi. Ho scelto un tè nero al bergamotto che con il cacao va bene e che dona un colore  rossiccio al dolce. Vista la presenza della frutta secca, si può utilizzare anche un tè speziato, magari alla cannella. Il dolce è senza grassi ma comunque risulta morbido, inoltre noci, nocciole e mandorle, compensano perfettamente la mancanza di olio o burro.

Dolce al Cacao e Tè-Tea and Cocoa Cake

La ricetta nasce per il Contest di Susina che, anche se del tè sempre una Strega è. Allora, tra me e me ho pensato Che succede se non partecipo al Contest? Non è che la cara Susina mi fa qualche incantesimo? Non so voi, ma visti i tempi che corrono ho preferito non rischiare e aggiungere la mia ricetta, così la Strega non mi darà fastidio!.........Scherzo! Vabbè, l'avrete capito ;-)
Però è stato un modo per sperimentare e per apprezzare un dolce nuovo caratterizzato da tanti profumi. Quando mia sorella l'ha visto ha detto Hai fatto il dolce che piace a me!? E io No, non lo vedi che è rossiccio??? E lei Ma mi pare al cioccolato...ci sarà almeno il cacao no? Ah, quant'è golosa! E io forse troppo pignola. Si brava, c'è il cacao ma non il cioccolato! :-D

Scegliamo la frutta secca che preferiamo e nelle quantità desiderate, io ho ripartito equamente il peso tra noci, nocciole e mandorle. Devo dire che le noci sono quelle che stanno meglio nel dolce. Ripeto nuovamente che ho utilizzato un tè nero al bergamotto che può essere sostituito da un tè classico o ancora da uno speziato, meglio se alla cannella. Un consiglio per chi dovesse usare lo stampo in silicone: siccome il dolce è senza grassi, ricordiamoci di imburrare lo stampo altrimenti il dolce potrebbe comunque attaccarsi!

Ingredienti (per uno stampo lungo 24cm):
200g di farina
50g di cacao amaro
180g di zucchero
1 uovo
200ml di tè
150g di frutta secca tritata (noci, nocciole, mandorle, ecc.)
1 bustina di lievito in polvere

Procedimento:
Mescoliamo la farina con il cacao, lo zucchero, il lievito e l'uovo. Aggiungiamo il tè e mescoliamo bene, infine incorporiamo la frutta secca. Trasferiamo il composto in uno stampo imburrato ed infarinato e cuociamo a 180° per 50-60' (facciamo la prova stecchino):

Sformiamo e lasciamo raffreddare su una gratella. Serviamo.

Dolce al cacao e Tè
Dolce al Cacao e Tè-Tea and Cocoa Cake

Con questa ricetta partecipo al Contest "Tea Recipes" del blog "La Susina on the Rocks"

English Version
Tea and Cocoa Cake
Delicious cake with tea and cocoa. I have used a black tea with bergamot that goes well with cocoa. You can replace it with a traditional tea or a spiced tea, preferably with cinnamon to exalt the presence of nuts. This is a no fat cake but it's soft and nuts offsets the lack of oil or butter. If you use a silicone mold, grease it with butter, the cake may stick to the mold because there are no fat in the cake. Use your favourite nuts.

Ingredients (or a 10 in cake pan long):
1 3/4 cup all purpose flour
3/8 cup cocoa powder
3/4 cup sugar
1 egg
6,76 fl oz tea
5,29 oz chopped nuts (almonds, walnuts, hazeluts, etc.)
1 tablespoon baking powder

Method
Mix the flour with cocoa, sugar, egg and baking powder. Add the tea and mix. Add nuts and stir well. Transfer the mixture into a buttered and floured cake pan and bake in the preheated oven to 355°F for 50-60minutes (do the toothpick test). Remove the cake from the pan and let cool on a rack. Serve.
Condividi

venerdì 19 febbraio 2010

Torta Salata con la Verza

Scroll down for English version
E' una torta dal sapore delicato, la verza quasi non si sente ed è addolcita dall'uvetta che, come spesso accade, si accompagna ai pinoli. Gusto leggero ma buon sapore, compreso quello della pasta che risulta croccante. A proposito di questa, prevede il vino nell'impasto e vi consiglio di annotarne le dosi , può essere presa in prestito anche per altre torte salate. Credo di poter affermare che la torta è light quindi è consigliata a chi è a dieta!

Torta Salata con la Verza-Cabbage Quiche


A fine dicembre dello scorso anno, dopo aver fatto la spesa in un supermercato, la cassiera si ricorda di darmi l'omaggio per i clienti, un'agendina e un piccolo calendario. Ero di corsa per sfogliarli subito, ho pensato Tanto sarà il solito calendario ma poi, una volta a casa, non mi sono dispiaciuta affatto. Per ogni mese c'è la ricetta di una torta salata, mica male! Questa è quella di febbraio e l'ho provata subito visto che nelle scorse settimane avevamo un bel po' di verza da smaltire. Mi è piaciuta molto per cui ecco la ricetta!

Ingredienti (per uno stampo da 24cm):
Per la Pasta:
250g di farina
100ml di vino bianco
3 cucchiai di olio d'oliva
1 tazzina di acqua tiepida
1 pizzico di sale

Per il Ripieno:
800g di verza
40g di uvetta
50g di pinoli
2 uova
1 spicchio di aglio
olio d'oliva q.b.
sale q.b.
pepe q.b.
noce moscata q.b.

1 cucchiaio di acqua per spennellare

Procedimento:
Prepariamo la Pasta: Impastiamo tutti gli ingredienti per formare una palla liscia ed omogenea. Lasciamo riposare per 30'.
Prepariamo il Ripieno: Lessiamo le foglie di verza in acqua bollente, scoliamole bene e tagliamole grossolanamente. In una padella scaldiamo l'olio e rosoliamo l'aglio. Aggiungiamo la verza quindi uvetta, pinoli, sale, pepe e noce mescata, mescoliamo e cuociamo per circa 5'. Lasciamo raffreddare poi aggiungiamo le uova, mescoliamo bene:
Stendiamo 2/3 della pasta e sistemiamola in una teglia, adagiamo sopra il ripieno, pieghiamo il bordo della pasta verso l'interno e spennelliamolo con un po' di acqua. Stendiamo la pasta rimanent, facciamo un disco del diametro dello stampo e copriamo il ripieno, bucherelliamo la superficie con una forchetta e cuociamo a 180° per circa 40' o fino a doratura:

Torta Salata con la Verza

Torta Salata con la Verza-Cabbage Quiche

English Version
Cabbage Quiche
A delicate and light quiche with cabbage, raisins and pine nuts. The dough is made with white wine and it's crispy, you can use it for other recipes ;-)

Ingredients (for 0 10in cake pan):
For the Dough:
2 1/4 cups all purpose flour
3,38 fl oz white wine
3 tablespoons olive oil
1/4 cup warm water
1 pinch salt

For the Filling:
1,8 lb cabbage
1,40 oz raisins
1,76 oz pine nuts
2 eggs
olive oil
1 garlic
salt to taste
pepper to taste
nutmeg to taste

1 tablespoon water for brushing

Method
Prepare the Dough: Work all ingredients to farm a smooth and homogeneus ball, let rest for 30 minutes.
Prepare the Filling: Cook the cabbage leaves in boiling water, drain well and cut them into pieces. In a large pan heat the olive oil, add the garlic and cook until lightly browned, add cabbage, raisins, pine nuts, salt, pepper and nutmeg and cook for 5 minutes about. Let cool. Add the eggs and stir well.
Roll out 2/3 of the dough and place it into the pan. Arrange the filling on it. Fold the border over the filling and brush it with the water. Roll out the reamining dough, do a 12in circle, cover the filling, riddle the surface using a fork. Bake in the preheated oven at 355°F for 40 minutes about or until golden brown.
Condividi

martedì 16 febbraio 2010

Castagnole

Scroll down for English version
A Carnevale ogni Castagnola vale! :-DDD non ho fatto ridere nessuno però il detto ha ragione, insieme alle chiacchiere, non possono assolutamente mancare le palline dolci cosparse di zucchero, le Castagnole appunto. Queste, che vedono tra gli ingredienti la farina di mandorle, sono croccanti fuori e morbidissime dentro!

Castagnole

La ricetta arriva da Gusto, la rubrica del Tg5. In realtà, di quella mandata in onda e realizzata da Max Mariola, ne ho visto solo gli ultimi secondi. Mi ero allontanata dalla cucina e quando sono ritornata mia madre guardava me, la tv, poi di nuovo me, poi ancora la tv e diceva Queste le dobbiamo fare, si si ,mi piacciono proprio, queste castagnole qui...le dobbiamo fare... Sta di fatto che lei ha insistito tanto così, dopo aver guardato il video online, ieri le ho fatte. Il risultato è stato ottimo e parte del merito credo vada alla farina di mandorle presente nell'impasto e che dà alle castagnole una consistenza particolare.

Ho lasciato volutamente alcune castagnole senza zucchero ma la regola vuole che vadano cosparse! Max Mariola le ha passate nello zucchero aromatizzato con una bacca di vaniglia. Io invece, ho usato zucchero non aromatizzato perciò ho aggiunto la vanillina all'impasto.  Molto importante è la temperatura dell'olio: 160° per cui meglio utilizzare una friggitrice o misurarla con l'apposito termometro. Io la friggitrice ce l'ho...ma chiusa nel suo scatolo...e il termometro ahi, mi manca! Ho tenuto la fiamma non troppo alta e le mie castagnole sono venute buonisime!

Ingredienti (per circa 70 pezzi):
300g di farina 00
100g di farina di mandorle
100g di zucchero a velo
100g di burro molto morbido
2 uova (100g)
1 pizzico di sale
1 bustina di vanillina
1/2 cucchiaino di lievito in polvere
100ml di latte tiepido

abbondante olio per friggere
zucchero semolato per cospargere q.b.

Procedimento:
In una terrina mescoliamo bene con una spatola tutti gli ingredienti tranne il latte. Quindi aggiungiamo il latte e mescoliamo bene per ottenere un impasto omogeneo. Con un cucchiaino prendiamo un po' d'impasto e lasciamolo cadere nell'olio a 160°. Friggiamole finché non saranno dorate su entrambi i lati, circa 2':

Poniamole su carta assorbente ad asciugare, poi passiamole nello zucchero semolato.

Castagnole
Castagnole

English Version
Castagnole
Castagnole are Italian fried pastries, typcal of Carnival time. They are crispy outside and very soft inside. You can roll them into the vanilla flavorued sugar, in this case not add vanilla in the dough otherwise, add vanilla as I did.  Oil temperature is very important, it must be 320°F.

Ingredients (for 70 pieces):
2 1/4 cups all purpose flour
3,52 oz almond flour
7/8 cup icing sugar
3,52 oz very soft butter
2 eggs (3,52 oz)
1 pinch salt
vanilla
1/2 teaspoon baking powder
3,38 fl oz milk water

vegetable oil for frying
granulated sugar to roll

Method
In a bowl combine all ingredients except milk using a spatula . Add the milk, stir to form an homogeneus mixture. Take a bit of mixture with a teaspoon, drop into hot oil (320°F) and fry until golden brown on both sides, 2 minutes about. Place them on paper towels to drain. Roll in the sugar and serve.
Condividi

lunedì 15 febbraio 2010

Risotto con Zucca e Rucola

Scroll down for English version
La dolcezza della zucca e unaa lieve nota amara delle rucola creano un equilibrio perfetto eh già, si abbinano proprio bene! Non ci avevate pensato di metterle insieme per farci un bel risotto? Nemmeno io fino a quando non ho visto la ricetta da Antonella nel suo bel blog "Pane al Pane e Vino al Vino". Il risotto colpisce dapprima per il suo colore intenso ed allegro e poi si scopre cremoso e gustoso insomma, ve lo consiglio!

Risotto con Zucca e Rucola-Risotto with Pumpkin and Rocket

Quando l'ho adocchiato mi ha subito colpito. Insomma, sulla carta era chiaro che l'abbinamento funzionava così, finalmente, mi sono decisa ad inaugurare la penultima zucca, taglia XXL, e provare il risotto. Ci è piaciuto davvero tanto quindi grazie ad Antonella per aver condiviso la ricetta. Adesso, come potete immaginare, ho qualche altro chiletto dell'ortaggio da smaltire ma non mi preoccupo più di tanto anche perché, nei blog, di ricette da provare ce ne sono ;-) devo solo mettermi all'opera!

Mi spiace solo di non aver potuto utilizzare la rucola homemade che in questo periodo è moribonda...no, è proprio morta! Pazienza!
Per comodità, riporto la ricetta con le mie dosi. Ho utilizzato il riso Roma, per il resto nulla di diverso! Magari preparate un po' di brodo in più, non si sa mai.

Ingredienti (per 3 persone):
250 gr. riso Carnaroli o Roma
450 gr. zucca tagliata a dadini
50 gr. stracchino
un mazzetto di rucola
1/2 cipolla tagliata a fette sottili
30 gr. burro
1,5 l di brodo vegetale

Procedimento:
In una larga padella scogliamo il burro e doriamo la cipolla. Unire la zucca tagliata, mescoliamo, rosoliamo per un po', aggiungiamo un mestolo di brodo, copriamo e cuociamo finchè sarà morbida. Uniamo il riso, facciamo intridere bene e cominciamo ad aggiungere il brodo un po' alla volta, mescolando spesso. Cinque minuti prima che arrivi a cottura, uniamo lo stracchino e due minuti prima di spegnere aggiungere la rucola, lavata, asciugata e tagliata:

Facciamo riposare cinque minuti prima di impiattare. Serviamo.

Risotto con Zucca e Rucola
Risotto con Zucca e Rucola-Risotto with Pumpkin and Rocket

English Version
Risotto with Pumpkin and Rocket
The sweetness of pumpkin and the bitter taste of rocket is a perfect combination. Risotto is creamy and very tasty with a deep color! Recipe from Pane al Pane Vino al Vino Blog.

Ingredients (for 3 servings):
8,80 oz Carnaroli or Roma rice
1 lb pumpkin into small cubes
1,76 oz stracchino cheese
1 bunch rocket, washed and dried
1/2 onion into slim slices
1 oz butter
50 fl oz vegetable broth

Method
In a large pan melt the butter add the onion and cook until golden. Add the pumpkin, stir an cook for few minutes, add  little of broth, cover the pan and cook until tender. Add the rice and cook until liquid is absorbed. Add more broth a little at a time, stirring frequently. 5 minutes before the end of cooking time add the cheese and stir, 2 minutes before the end of cooking time add the rocket and stir. Turn off the flame. Let rest the risotto for 5 minutes and serve.
Condividi

venerdì 12 febbraio 2010

Spezzatino di Vitello all'Alloro

Scroll down for English version
Spezzatino in rosso, cioè col pomodoro e con un bel profumo, quello dell'alloro. Ci sono tante versioni per cucinare questo tipo di carne, questa è una delle tante e dedicata a chi, naturalmente, ama le foglie  dell'alloro, pianta aromatica ricca di virtù, e l'aroma e il sapore che dona ai piatti.

Spezzatino di Vitello all'Alloro-Veal Stew with Bay Leaves

Solo dopo averlo cucinato ho pensato di fotografarlo e poi ho creduto di postarlo anche nel blog. Questo spiega perché stavolta non c'è il passo passo. Spero che il testo sia abbastanza chiaro e consenta di eseguire la ricetta senza complicazioni.
Il sughetto che si forma è molto invitante, la scarpetta  potrebbe essere inevitabile (e siccome non si fa, meglio avvertirvi!). Buon spezzatino!

Ingredienti (per 3 persone):
500g di spezzatino di vitello
100ml di vino rosso
500ml di salsa di pomodoro
olio di oliva q.b.
1 aglio
1/4 cipolla tritata
5 foglie di alloro
sale q.b.

Procedimento:
In un tegame scaldiamo l'olio, aggiungiamo la carne e rosoliamola a fiamma medio alta su tutti i lati, quindi saliamo, aggiungiamo il vino e lasciamo evaporare. Uniamo l'aglio e la cipolla e cuociamo finché non saranno dorati, uniamo la salsa di pomodoro, le foglie di alloro e saliamo ancora. Copriamo, portiamo a bollore e lasciamo cuocere per circa 20' mescolando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno, quindi scopriamo e cuociamo per altri  10' circa. Serviamo caldo.


English Version
Veal Stew with Bay Leaves
This is one of many ways to cook veal stew. It's very perfumed and if you love the bay leaves, try it!

Ingredients (for 3 servings):
1,1 lb veal stew
3,38 fl oz  red wine
17 fl oz tomato sauce
olive oil to taste
1 garlic
1/4 chopped onion
5 bay leaves
salt to taste

Method
In a pan heat the olive oil, add the veal stew and cook on medium-high flame until it is golden on each side, add salt  to taste. Add the wine, let evaporate. Add the tomato sauce, salt and leaves, cover the pan, bring to boil and cook for 20 minutes about, stirring occasionally with a woody spoon. Discover the pan and cook for 10 minutes about. Serve hot.
Condividi

mercoledì 10 febbraio 2010

Torta di Nocciole e Cioccolato

Scroll down for English version
Cioccolato. Così tanto che si ha la sensazione, mentre la si mangia, di scioglierne un bel pezzo fondente ma ricco di nocciole, abbinamento classico per una torta sublime, emozionante. Mi affido a quest'ultima parola per darvi un'idea di ciò che è questo dolce, sopra croccante, dentro umido, soffice, scioglievole. Non aggiungo altro, se non che la torta è senza glutine, quindi, nel caso, basta utilizzare la fecola al posto della farina per lo stampo o foderarlo con carta forno.

Torta di Nocciole e Cioccolato-Chocolate and Hazelnut Cake

La ricetta è tratta da Cioccolato, vinto qualche mese fa partecipando a  Pazzi per il Cioccolato. Non vi ho mai mostrato le pagine del libro (sia chiaro, è per il vostro bene!) ma se passate da quasimamma potete  vederne la copertina :-P Quest'inverno è particolarmente freddo e io sono freddolosa in maniera incommensurabile. Per me l'associazione inverno-cioccolato è scontata. Anche se nei fatti non rinuncio al cioccolato nemmeno d'estate in questa stagione ne approfitto e mi coccolo più del solito viste le temperature gelide. Il connubio con le nocciole poi, è fantastico. Ho utilizzato, manco a dirlo, quelle di Giffoni di cui ho già parlato.

La torta è così buona che nel giro di pochi giorni l'ho fatta due volte, segno che non è piaciuta tanto solo a me. Questo mi ha dato modo di modificare la ricetta che propongo qui con le mie dosi. La prima volta infatti, la torta si sbriciolava eccessivamente. Così ho tolto il lievito, la tazzina di caffè prevista e aumentato la fecola.
Non preoccupiamoci se, dopo la cottura la torta si abbassa, è normale.

Ingredienti (per uno stampo da 24cm):
4 uova
150g di zucchero
250g di nocciole tritate
250g di cioccolato fondente
75g di burro
100g di fecola di patate
1 bustina di vanillina
1 cucchiaio di zucchero a velo per cospargere

Procedimento:
In una pentolino, sciogliamo a bagnomaria il burro con il cioccolato mescolando di tanto in tanto. Mescoliamo bene le uova con lo zucchero e le nocciole tritate. Aggiungiamo gradualmente  il burro e il cioccolato fusi, mescoliamo, aggiungiamo la fecola, mescoliamo ancora. Trasferiamo il composto in uno stampo imburrato ed infarinato o rivestito da carta forno e cuociamo a 180° per circa 50':


Lasciamo raffreddare la torta e sformiamo. Spolveriamo con lo zucchero a velo e serviamo.

Torta di Nocciole e Cioccolato
Torta di Nocciole e Cioccolato-Chocolate and Hazelnut Cake

English Version
Chocolate and Hazelnut Cake
There are no words to describe this cake that melts in your mouth. Hazelnut and chocolate is a delicious combination and the result is an irresistible, moist and soft cake. It's gluten free so, if necessary, use starch or paper to line the cake pan.

Ingredients (for a 10in cake pan):
4 eggs
2/3 cup sugar
8,81oz chopped hazelnuts
8,81oz pure chocolate
2,64oz butter
3,52oz starch
vanilla
1 tablespoon icing sugar to sprinkle

Method
In a saucepan, melt the butter with chocolate in a bain marie and continue stirring, until the chocolate has melted. Mix well the eggs with the sugar and chopped hazelnuts. Add gradually the chocolate mixture and mix well. Add the starch and vanilla, mix again. Transfer the mixture into a buttered and floured cake pan and bake in the preheated oven to 356°F for 50 minutes about. Let cool and remove form pan. Sprinkle with icing sugar and serve.
Condividi

lunedì 8 febbraio 2010

Vol au Vent al Burro di Arachidi e Sedano

Scroll down for English version
Il titolo non dice tutto! In realtà ho realizzato due creme per riempire i vol au vent: una ha il burro di arachidi e l'altra il formaggio splamabile ma hanno in comune il sedano e il prezzemolo  tritati. Deciso il sapore della prima crema ma spezzato dalle erbe, molto delicato e fresco quello della seconda che è anche più leggera in termini di calorie. Possiamo anche utilizzare le creme per fare delle tartine. Entrambe le idee sono perfette per un antipasto o aperitivo.

Vol au Vent al Burro di Arachidi e Sedano-Peanut Butter and Celery Vol au Vents

Pare, anzi è certo perché recenti studi lo hanno dimostrato, che il sedano sia un potente afrodisiaco. E allora se siete ancora in cerca di ricette per il menù di San Valentino ma anche no, vi propongo questa, semplice e veloce da fare ma deliziosa sempre e comunque!
Si, mettiamo da parte le proprietà della verdura e prepariamo questi vol au vent a cui, volendo, si può aggiungere una goccia di tabasco. Personalmente li preferisco senza.
 Pur non essendo un'amante delle arachidi, mi piace invece il burro di arachidi. Credo che questo sia dovuto anche alla sua cremosità, si attacca piacevolmente al palato. L'abbinamento con il sedano è classico ma sicuro così come è facile quello con il formaggio. Possiamo usare vol au vent già pronti o prepararli noi naturalmente!

Ingredienti (per 8 vol au vent):
8 vol au vent
4 cucchiai di burro di arachidi
4 cucchiai di formaggio spalmabile (tipo Philadelphia)
sedano tritato q.b.
prezzemolo tritato q.b.
2 pizzichi di sale

Procedimento:
Mescoliamo in due ciotole separate il sedano e il prezzemolo tritati e il sale con il burro di arachidi e il formaggio. Sistemiamo le creme nei vol au vent e serviamo.

Vol au Vent con Crema al Formaggio e Sedano
Vol au Vent con  crema al Formaggio e Sedano-Cream Cheese and Celery Vol au Vents


English Version
Peanut Butter and Celery Vol au Vents, Cream Cheese and Celery Vol au Vents
Quick and easy to prepare! I've made two creams to fill these vol au vents. Chopped celery and persley with peanut butter, tasty combination, chopped  celery and persley with soft cheese. The first cream has a strong flavour, instead the second is delicate anf fresh. If you prefer, add tabasco sauce and  make vol au vents yourself. You can use these creams to top canapés.
Celery is a natural afrodisiac so you can add them in your St. Valentine's menu.

Ingredients (for 8 vol au vents):
8 vol au vent
4 tablespoons peanut butter
4 tablespoon cream cheese(like Philadelphia)
chopped celery to taste
chopped parsley to taste
2 pinches of salt

Method
In two different bowls stir the chopped celery, chopped parsley and salt with the peanut butter and soft cheese. Fill the vol au vents with the creams and serve.
Condividi

venerdì 5 febbraio 2010

Fusilli con la Verza

Scroll down for English version
Le caratteristiche di questo piatto sono fondamentalmente due: il gusto, che tende al dolce e la croccantezza delle verdure. In realtà ve ne è anche una terza e cioè la leggerezza. Verza e carote infatti, fanno molto volume per cui questa ricetta è indicata anche chi è a dieta tant'è che, con le dosi proposte, possono mangiare anche 4 persone.

Fusilli con la Verza-Pasta with Cabbage

Ultimamente sto riscoprendo la verza che, inutile dirlo, a casa mia non manca, anzi. Così nei prossimi giorni, già lo anticipo, tornerò a parlare di verza con un'altra ricetta in cui l'ortaggio assume tutto un altro sapore. Prima la gradivo soprattutto cruda poi, nel tempo, cucinandola in vari modi ho imparato ad apprezzarla anche cotta, soprattutto in quelle ricette in cui la verza è dolce.
So che sono tanti a non amare l'ortaggio in questione ma stavolta mi sento di consigliare la ricetta proprio a quelli la verza non la sopportano. Provare per credere!

Ingredienti (per 3-4 persone):
250g di pasta
300g di verza tagliata a strisce
3 carote tagliate a bastoncini
1/4 di cipolla tagliata a fette
4 cucchiai di olio d'oliva
100ml di vino bianco
sale q.b.

Procedimento:
Scaldiamo l'olio in una padella larga e facciamo appassire la cipolla. Aggiungiamo le carote e cuociamo p23 3' mescolando di tanto in tanto. Aggiungiamo la verza, copriamo e cuociamoa fiamma moderata mescolando di tanto in tanto per circa 20' (deve risultare morbida). Quindi scopriamo e aggiungiamo il vino, lasciamo evaporare, aggiustiamo di sale. Cuociamo la pasta in acqua bollente salata, scoliamo al dente e traferiamo nella padella con la verza, mescoliamo bene:

Lasciamo inasporire per qualche minuto e serviamo.

Pasta con la Verza
Fusilli con la Verza-Pasta with Cabbage

English Version
Pasta with Cabbage
Tasty pasta dish with cabbage and carrots. It's lightly sweet and I love it because vegetables are crunchy. It's very light!

Ingredients (for 3-4 sevings):
8,80 oz fusilli
10,58 oz cabbage into strips
3 carrots into sticks
1/4 onion into slices
4 tablespoons olive oil
3,38 fl oz white wine
alt q.b.

Method
In a large pan heat the olive oil. Add the onion and fry until tender. Add the carrots and cook for 3 minutes stirring occasionally. Add the cabbage, cover the pan and cook on a moderate flame for 20 minutes about (it must be tender).Discover the pan, add the whit wine and let evaporate, add salt to taste. Cook pasta in boiling and salted water al dente. Drain fusilli and transfer them into the pan, stir well and serve.
Condividi

mercoledì 3 febbraio 2010

Chiacchiere

Scroll down for English version
Carnevale si avvicina e le chiacchiere, dolce fritto tipico di questa festa, non possono assolutamente mancare. Questa è la mia ricetta per fare delle chiacchiere belle gonfie e friabili! Come ogni dolce fritto sono di una bontà sconfinata, la scorpacciata è inevitabile.

Chiacchiere

Io le chiamo così e mi piace dargli la forma di un fiocco ma se ne vedono di altro aspetto e con il nome che varia a seconda della regione: Frappe, Cenci, Bugie, Galani, Crostoli, ecc., tutte accomunate dalla bontà.
Non è solo la festa delle maschere, dei colori e del divertimento e siccome a Carnevale ogni fritto vale, ne approfitterò per far qualche altro dolcetto che, ahinoi, anche se non sono proprio sani e leggeri rimangono sempre molto golosi. Vedrò cosa riuscirò a combinare nei prossimi giorni. Di certo  rifarò le Chiacchiere e spero di ricordare di pesare il latte così potrò indicare in questa ricetta la dose precisa ma posso dire che ne serve davvero poco, regolatevi man mano.

Le Chiacchiere che vedete in queste foto sono realizzate senza il lievito in polvere e, come si vede, sono gonfie e sfogliate. Se per qualche ragione non potete utilizzare il lievito chimico, magari perché siete intolleranti o perché non lo avete in dispensa,  state tranquilli il risultato è garantito! Basta solo portare il tempo di riposo in frigo ad almeno 1 ora.
Volete farle con il bimby? Guardate qui!

Ingredienti (per 60-70 pezzi):
500g di farina
3 uova
50 g di burro morbido
50g di vino bianco secco
1 pizzico di sale
2 cucchiai di liquore (maraschino o rum o grappa) o scorza di limone
latte q.b.
2 cucchiaini di lievito in polvere

abbondante olio per friggere
zucchero a velo per cospargere

Procedimento:
Sulla spianatoia mettiamo tutti gli ingredienti, tranne il latte, che aggiungeremo un po' per volta. Impastiamo finchè non otteniamo una palla liscia ed omogenea, avvolgiamola nella pellicola e mettiamo in frigo per almeno mezz'ora. Stendiamo la pasta col mattarello o con la macchinetta (n.5 per chi come me ha la Marcato), facciamo dei rettangoli circa 4cmx12cm e ricaviamo un fiocco piegando il rettangolo al centro e premendo leggermente:
Friggiamo le chiacchiere in olio caldissimo e mettiamole ad asciugare su carta assorbente. Spolveriamo con lo zucchero a velo e serviamo.

Chiacchiere
Chiacchiere

English Version
Chiacchiere
Chiacchiere are typical Italian fried pastries, one of the classic Carnival pastries. They are also called Frappe, Cenci, Bugie, Galani, Crostoli, etc. and they have different forms. My Chiacchiere are puffed and crumbly!  Chiacchere you see in these pictures are made without the baking powder. Yes, you can make them without the baking powder but let rest the dough into the fridge for 1 hour. Try them and happy Carnival!

Ingredients (for 60-70 pieces):
4 1/2 cups all purpose flour
3 eggs
1,76 oz soft butter
1,69 fl. oz white wine
2 tablespoons milk (maraschino, rum, or grappa) or lemon zest
1 pinch salt
milk( if necessary )
2 teaspoons baking powder (optional)

vegetable oil for frying
icing sugar to sprinkle

Method
Mix flour with other ingredients, knead well and then add milk little by little if necessary, knead again to form a smooth dough. Wrap the dough in film let it rest in the fridge for 30 minutes. Cut the dough into pieces and roll them through the pasta machine (or use a rolling pin) to about 1/10in thick .Cut it into 1,5x4,5inches rectangles using a pastry cutting wheel, fold the strip into the center and press. Fry the chiacchiere on both sides, a few at a time, in a large pot of hot vegetable oil, remove them from the oil when they are golden brown and place them on paper towels to drain. Sprinkle with icing sugar and serve.
Condividi

lunedì 1 febbraio 2010

Tartellette con Cipolle e Olive

 Scroll down for English version
Abbinamento saporito quelle delle cipolle e le olive che riscuote consensi positivi specie sa la cipolla utilizzata è quella rossa. Tartellette, queste, da proporre come antipasto e che diventano più sfiziose se realizzate in versione mignon.

Tartellette con Cipolle e Olive-Onion and Olive Tartlets

La cipolla rossa si fa amare per il suo gusto dolce e si può mangiare anche cruda, è perfetta nelle insalate. In quanto a cipolle rosse è impossibile non citare quella di Tropea,  in Calbria, che prende il nome appunto, dal luogo di produzione. E' caratterizzata dal colore esterno rosso vivo e, manco a dirlo, dal sapore delicato che la differenzia dalla cipolla bianca, il cui sapore è decisamente più forte.

Le cipolle che ho utilizzato, a onor del vero, non vengono proprio da Tropea...ma, come avviene per quelle di questo colore, può vantarsi per la sua dolcezza. Insomma, s'è capito, per questa ricetta, utilizziamo cipolle rosse e se sono di Tropea tanto meglio!

Ingredienti (per 12 tartellette del diametro di 8cm):
Per la Pasta Brisé:
200g di farina
100g di burro freddo a pezzi
50ml di acqua fredda
1 pizzico di sale

Per il Ripieno:
1/2 cipolla rossa
100g di olive nere
4 cucchiai di olo di oliva
sale q.b.
prezemolo q.b.

Procedimento:
Prepariamo la Pasta Brisé (quici sono le foto dei passaggi per la realizzazione passo passo) lavorando rapidamente prima la farina con il sale e il burro; quando il composto diventa sabbioso, aggiungiamo l'acqua e impastiamo, formiamo la palla, avvolgiamola nella pellicola e lasciamo riposare in frigorifero per almeno 30'. Stendiamo sulla spianatoia leggermente infarinata la pasta brisé e la mettiamo nello stampi con il solo fondo coperto da carta forno e cuociamo in bianco a 180-200° per 15 minuti (i primi 10' con carta da forno e riso o fagioli secchi).  Prepariamo il Ripieno: Tagliamo la cipolle a fette sottili e soffriggiamola in una padella nell'olio caldo finchè diventerà tenera (circa 15-20'). Aggiungiamo il sale, mescoliamo, poi aggiungiamole olive e cuociamo per altri 3':

Sistemiamo le cipolle e olive nelle tartellette, guarniamo con il prezzemolo e serviamo.

Tartellette con Cipolle e Olive
Tartellette con Cipolle e Olive-Onion and Olive Tartlets

English Version
Onion and Olive Tartlets
Red onion has a particular flavour, it's sweet and so it can be eated raw or cooked. Very famous is the Cipolla rossa di Tropea (red onion from Tropea), excellent italian product. Red onion is ideal in these tartlets that you can serve for appetizer.

Ingredients (for 12 tartlets):
For the Shortcrust Pastry:
1 3/4 cup all purpose flour
3,52 oz cold butter
1,69 fl oz cold water
1 pinch salt

For the Filling:
1/2 red onion
3,52 oz black olives
4 tablespoons olive oil
salt to taste
parsley

Method
Prepare the Shortcrust pastry (step by step pictures here): Work quickly flour with butter and salt until the mixture resembles fine breadcrumbs, add the water to the mixture and stir until the dough binds together. Wrap the dough in film and let rest in the fridge for at least 30 minutes. Roll out the pastry place some greaseproof paper over the pastryand then fill the 3 inch diameter tins with an even layer of baking beans or rice bake at 355/390°F for 10 minutes then remove the baking beans or rice and greaseproof paper and bake for a further 5 minutes.
Prepare the Filling: Cut the onions into slim slices. In a pan heat the olive oil, add the onion and fry stirring occasionally until soft (15-20 minutes). Add salt to taste and stir, add black olives and cook for 3 minutes. Fill the tartlets, garnish with parsley and serve.
Condividi
Blog Widget by LinkWithin